L’alimentazione ha un ruolo fondamentale per la vita di ciascuna persona. Per questo la dott.ssa Anna Marchetto, neuropsicologa, assieme alla dott.ssa Giulia Bertocco, biologa nutrizionista, hanno realizzato una interessante brochure informativa.

Visita la nostra pagina dedicata alla Riabilitazione Neurologica: clicca qui

Levodopa e Alimentazione
L’EFFICACIA DELLA TERAPIA E’ INFLUENZATA DALLA DIETA: dalla presenza di alimenti proteici.
Il mancato assorbimento del farmaco si traduce in un prolungato periodo di OFF.

Raccomandazioni per l’assunzione di Levodopa:
• Lo Stomaco deve essere VUOTO
• Assumerla lontano dai pasti (almeno 30 min prima e dopo 2h il pasto)
• Ridurre l’apporto di cibo durante il giorno limitandosi ad alimenti e digeribili alcune di migliorare il transito gastrico
• Limitare gli alimenti proteici nella prima parte della giornata e concentrarli SOLO nelle ore serali.

E’ IMPORTANTE variare le fonti PROTEICHE ALLA SERA:
2 volte a settimana LEGUMI
2 volte a settimana PESCE
1 volta a settimana CARNE
1 volta a settimana FORMAGGIO
1 volta a settimana 2 UOVA

Regole nutrizionali secondo le linee guida
• Nella malattia di Parkinson la dieta mediterranea è il modello migliore da seguire
• Fare 5 pasti leggeri e frequenti
• Bere ogni 2 ORE un bicchiere d’acqua ricca di Calcio e povera di Sodio (Lete o Sangemini)
• Principali fonti proteiche sono il PESCE fresco e i LEGUMI
• Come condimento utilizza OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA preferibilmente a crudo
• NO burro, strutto, lardo e salumi
• NO fritti, sughi in scatola, cibi precotti e salse
• NO cibi spazzatura, ricchi di zuccheri e bibite zuccherate
• Aumenta le fibre per migliorare la motilità intestinale
• Limitare l’uso di sale, dadi ed estratti di carne
• Evita le paste elaborate come tortelli, ravioli o lasagne (solo fatti in casa)
• Si alla semplicità degli alimenti
• SI alla stagionalità della frutta/verdura cambiando i colori (5 porz al giorno)
• NO formaggio grattugiato sul primo (pan grattato o semi)

Usiamo i nostri integratori alimentari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AIUTIAMO IL NOSTRO CERVELLO
Il nostro cervello dipende dall’OSSIGENO che genera STRESSOSSIDATIVO dannoso per le sue funzionalità.
GLI ANTIOSSIDANTI sono protettivi per il PARKINSON.
Aumenta la Vitamina C: kiwi, agrumi, fragole, melone e prezzemolo e la VITAMINA E solo tramite la DIETA:
Noci, arachidi e Mandorle, Olio extravergine d’oliva e olive, Verdure a foglia verde (Spinaci, Cime di Rapa, Asparagi e
Broccoli), Peperoncino, Paprika e Pepe cayenne.

STIPSI
Spesso i pazienti affetti da morbo di Parkinson soffrono di STITICHEZZA, in questi casi si consiglia di:
– Bere abbondantemente acqua durante il giorno
– Passeggiare almeno 30 minuti al giorno
– Abituarsi a regolarizzare l’evacuazione
– Preferire alimenti crudi (frutta, verdura, frutta secca e semi)
– Mangiare ogni giorno una porzione di Yogurt bianco
– Consumare ogni giorno 4 porzione di Frutta e Verdura
– Consumare i LEGUMI almeno 2 volte a settimana (solo a cena)
– Consumare Pane e Pasta integrale
– Utilizzare un cucchiaino di Semi di Lino e Psyllio come lassativo naturale.

 

 

Copyright GVDR 2021 - P.Iva 02548900287 - Direttore Sanitario: Giuseppe Caraccio (Numero di Rea: PD-237516)Privacy Policy | Cookies | Privacy Mail | Dati Societari | Crediti