Ultrasuonoterapia

Dove eseguire la terapia
Cadoneghe (Centro Fisioterapico Padovano), Padova (Centro Medico Fisioguizza), Scorzè (Poliambulatorio San Benedetto), Conegliano (Poliambulatorio Marca Trevigiana).

Regime
Convenzionato con il SSR (solo a Cadoneghe e Padova) e privato.

Documenti utili


Che cos'è l’ultrasuonoterapia
Si utilizza a scopo terapeutico l’effetto biologico prodotto dagli ultrasuoni, onde sonore con frequenza superiore alla soglia uditiva. La penetrazione delle onde sonore attraverso i tessuti ha un’azione di tipo meccanico (micromassaggio), termico e chimico, con i seguenti effetti terapeutici:

  • analgesico e antinfiammatorio;
  • decontratturante (rilasciamento muscolare);
  • fibronolitico e trofico (riassorbimento di ematomi, eliminazione di tenui calcificazioni, stimolazione della guarigione dei tessuti).

L’ultrasuonoterapia può essere effettuata con una tecnica a contatto (con l’interposizione di un gel tra la testina dell’apparecchio a ultrasuoni e la cute) o in immersione in acqua quando si tratta di superfici irregolari come mani e piedi.
Una seduta dura dagli 8 ai 10 minuti
Esiste inoltre l’associazione di gel medicamentoso ad ultrasuono e si parla allora di ultrasuonoforesi.

Indicazioni
L’ultrasuonoterapia è indicata essenzialmente per patologie delle strutture periostali, tendinee e capsulari.

  • Coccigodinie (dolore del coccige)
  • Contratture muscolari antalgiche
  • Artrosi
  • Morbo di Dupuytren
  • Ematomi organizzati e tessuti cicatriziali ipertrofici

 

Avvertenze

  1. I portatori di pacemaker, impianti cocleari o endoprotesi possono sottoporsi a ultrasuonoterapia solo su indicazione del medico curante.
  2. I pazienti trattati con radioterapia non possono essere sottoposti a trattamenti con ultrasuonoterapia prima di 6 mesi dall’ultima irradiazione.
  3. I pazienti con malattie carsiovascolari possono essere trattati solo con basse intensità.
  4. La terapia è vivamente sconsigliata in caso di:
  • tromboflebiti, perché gli ultrasuoni possono provocare la rottura di emboli;
  • sepsi acuta delle zone da trattare, per il pericolo di diffusione dell’infezione;
  • gravidanza, per il pericolo di provocare danni al feto, in area lombare;
  • neoplasie, per evitare di stimolare la crescita delle metastasi.

SALUTE PER IL VENETO

Salute per il Veneto (www.saluteperilveneto.org). La Rete Salute per il Veneto offre una coordinata, completa e qualificata offerta sanitaria e socio‐sanitaria che pone l’Utente al centro di un sistema integrato costituito da strutture sanitarie, enti previdenziali, partners economici.

Leggi tutto

NES ONLINE

Vuoi essere aggiornato sul mondo della sanità veneta? Visita NES On-line

Vai al sito

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti. Questo sito web o gli strumenti di terze parti utilizzati in questo sito fanno uso di cookie necessari per operare e utili per le finalità descritte nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, controlla la cookie policy.