Riabilitazione Neuropsicologica e Brain.Lab

Dove eseguire la riabilitazione
Cadoneghe (Centro Fisioterapico Padovano), Padova (Fisioguizza), Barbarano Vicentino (Fisiovicentina), Conegliano (Poliambulatorio Marca Trevigiana

Regime
Privato.

Guarda la nostra nuova brochure: clicca qui

Cosa sono la Valutazione e la Riabilitazione Neuropsicologica?

La neuropsicologia clinica è un ambito delle Neuroscienze che si occupa dello studio delle funzioni cerebrali e delle loro correlazioni con le strutture anatomiche; studia le alterazioni
derivanti da patologie del Sistema Nervoso Centrale di origine traumatica (traumi cranici),vascolare (ictus), degenerativa (Demenza, Decadimenti cognitivi, Malattia di
Parkinson, Sclerosi Multipla e altre), di altra natura (encefaliti, idrocefalo), e nell'invecchiamento cerebrale, eprogramma interventi di riabilitazione mirati.
Le strutture del GVDR erogano un Servizio di Valutazione e Riabilitazione Neuropsicologica innovativa e tecnologicamente avanzata. Presso le strutture del GVDR è infatti presente un programma riabilitativo specifico che aiuta il paziente colpito da ictus o da decadimento cognitivo di recuperare o mantenere le abilità cognitive danneggiate sfruttando le capacità plastico-riadattive del Sistema Nervoso Centrale. La riabilitazione avviene attraverso la stimolazione di abilità residue il cui riassetto porterà alla maggiore autonomia possibile.
Si accede previa Valutazione Neuropsicologica

Cos'è la Valutazione Neuropsicologica?
Condotta da un professionista esperto, la Valutazione Neuropsicologica si avvale dell'utilizzo di Test validati scientificamente che valutano le singole funzioni cognitive (memoria, attenzione, linguaggio, ragionamento, funzioni esecutive, prassia, ecc). Include una attenta analisi e quantificazione delle capacità danneggiate e di quelle preservate. Coadiuva e completa la diagnosi neurologica permette di programmare e monitorare un percorso di riabilitazione delle funzioni danneggiate e di mantenimento e rinforzo delle funzioni residue dà indicazioni al paziente sullo stato di salute delle funzioni intellettive e ne permette il controllo periodico
Cos'è la Riabilitazione Neuropsicologica?
La riabilitazione Neuropsicologica ha lo scopo di ripristinare o migliorare funzioni cognitive alterate da un danno del Sistema Nerovoso Centrale traumatico (Trauma Cranico), vascolare (Ictus), o d'altra natura. La riabilitazione Neuropsicologica del GVDR si
avvale di tecnologie avanzate di neuromodulazione (Neurofeedback e Stimolazione
elettrica TransCranica TDCS, TCAS, RNS) e di software professionali per la riabilitazione computerizzata con oltre 1000 esercizi personalizzabili e centinaia di compiti a
supporto cartaceo o tecnico. La riabilitazione Neuropsicologica è basata su una fase diagnostica (Valutazione Neuropsicologica periodica) prevede la progettazione e attuazione di un programma di riabilitazione, stimolazione o potenziamento cognitivo personalizzato. Si avvale di specifici programmi computerizzati e manuali per la stimolazione delle funzioni danneggiate aiuta a sviluppare strategie che permettano di ridurre gli effetti del deficit aiuta il paziente gestire meglio la conduzione delle attività quotidiane.

Cos'e' il potenziamento cognitivo nell'invecchiamento?
L'invecchiamento cerebrale mette in evidenza una normale riduzione delle capacità cerebrali,
in particolar modo della memoria e della attenzione. Mantenere queste funzioni in buona efficienza è indicato dalla letteratura scientifica come aiuto nella prevenzione e nel rallentamento dell'invecchiamento cognitivo e nel contribuire a mantenere l'autonomia più a lungo.


Quali funzioni vengono valutate e trattate?
Memoria
Attenzione
Ragionamento
Intelligenza e problem solving
Funzioni esecutive
Comprensione
Autonomia cognitiva
Rigidità cognitiva
Abilità visuospaziali
Prassia
Capacità di calcolo
Neglect
Mancanza di consapevolezza di malattia

Che cos’è il BRAIN.Lab
E' un Servizio di Riabilitazione Neuropsicologica a Tecnologia Avanzata che applica tecniche di neuromodulazione innovative per il trattamento di diversi disturbi Neurologici, psicologici, fisici e comportamentali. Si accede previa Visita Neuropsicologica.

Servizi del BRAIN.Lab
Neurofeedback
E' una tecnica non invasiva ed indolore per il trattamento di disturbi sia fisici (dolore, cefalea, ecc. ) psicologici (ansia, stress) o neurologici (ictus). durante la seduta di NeuroFeedback, attraverso un Elettro-Encefalografo portatile senza fili il soggetto è in grado di vedere l'attività elettrica del proprio cervello in diverse condizioni, come attenzione sostenuta o rilassamento. Il Neurofeedback permette di essere consapevoli dello stato “reale” della nostra attività cerebrale (ci dice se siamo davvero attenti, ad esempio) e si interfaccia con programmi computerizzati. Il soggetto quindi attraverso la modulazione delle proprie attività cerebrali agirà “col pensiero” sul computer eseguendo esercizi e inviando comandi, imparando a controllare il proprio stato mentale, cognitivo ed emotivo. Non ha controindicazioni.
Per cosa è indicato il NeuroFeedback
•ADHD – disturbo da deficit dell’attenzione (anche nei bambini con disturbi di concentrazion); deficit cognitivi (attenzione); Ansia, Attacchi di panico; Balbuzie; Bruxismo; Cefalea di tipo tensivo, emicrania; Disturbi da Stress; Dolore cronico e temporo-mandibolar.

Stimolazione Elettrica Transcranica (tDCS – tACS -t RNS)
La tecnica tES, indolore e non invasiva, è una tecnica che agisce sulla plasticità neurale con effetti su ambiti psicologici (depressione, ansia, ecc.), fisici (emiparesi da ictus, distonie, spasticità, dolore cronico) spesso in abbinata con altri trattamenti (fkt, tossina botulinica ecc.) e cognitivi (esiti di ictus o patologie degenerative). La tDCS prevede l’applicazione di deboli correnti elettriche (~1-2 mA) direttamente sulla testa per diversi minuti (~5-30 minuti) attraverso uno stimolatore di corrente alimentato a batterie. Queste correnti generano un campo elettrico che modula l’attività neurale ed alterano la frequenza di scarica dei neuroni inducendo un cambiamento nella polarizzazione della membrana neurale. Questi cambiamenti durano anche dopo la fine della stimolazione essendo quindi in grado di modificare la prestazione in numerosi compiti cognitivi. Impianti metallici all’interno del cranio o dispositivi impiantati che conducono corrente elettrica sono le uniche controindicazioni per il trattamento.


Per cosa è indicata la tDCS
Riabilitazione neurologica dei danni da ictus o per patologie neurodegenerative (demenza, Parkinson ecc.), fisiche (Dolore cronico, fibromialgia); Deficit motori in riabilitazione (emiplegie); Deficit afasici (disturbi del linguaggio post ictus), dipendenza da sostanze (alcol, stupefacenti ecc.)

Modalità di esecuzione
Le sedute di neurofeedback hanno durata di 30 minuti e possono essere svolte con frequenza di 2 o 3 volte alla settimana; le sedute di Stimolazione Elettrica Transcranica hanno durata di circa 20 minuti (+ 10 di preparazione) e devono essere svolte 3-5 giorni alla settimana per uno o due cicli da 10 sedute.

SALUTE PER IL VENETO

Con Salute per il Veneto puoi prenotare la prestazione che ti serve in pochi passi.

Leggi tutto

NES ONLINE

Vuoi essere aggiornato sul mondo della sanità veneta? Visita NES On-line

Vai al sito

Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti. Questo sito web o gli strumenti di terze parti utilizzati in questo sito fanno uso di cookie necessari per operare e utili per le finalità descritte nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più, controlla la cookie policy.